L’AQUILA: BRUCIA DA TRE GIORNI BOSCO DI ARAGNO, PAURA PER DUE ALIANTI IN VOLO SULL’INCENDIO

L’AQUILA – Terzo giorno di incendio nel bosco di Aragno, frazione montana del comune dell’Aquila tra la città e il Gran Sasso.

Secondo quanto appreso il drammatico bilancio di superficie andata in fumo avrebbe raggiunto i 100 ettari, tra cui una piantagione di 62 anni andata completamente distrutta

I vigili del fuoco sono in azione ininterrottamente dalle 13 di martedì, quando si è sviluppato il rogo.

La nottata appena trascorsa è stata piuttosto critica perché – spiegano – a causa del vento le fiamme sono tornate ad avvicinarsi pericolosamente alle abitazioni.

Dalle 6 di stamattina è tornato in azione uno dei due canadair che hanno lanciato acqua per tutta la giornata di ieri, e che sono stati coadiuvati da tre elicotteri dei carabinieri forestali.

Secondo quanto riferito ad AbruzzoWeb dall’assessore comunale alla Protezione civile, Emanuele Imprudente, ieri sull’area dell’incendio ad un certo punto sono spuntati due alianti, aeromobili sportivi senza motore: una presenza che ha destato non poche preoccupazioni, visto che oltre alle fiamme molto alte, in volo sulla zona c’erano i mezzi aerei di soccorso.

È stata allertata la polizia municipale ma sembra che non sia stato ancora possibile capire da dove fossero decollati e se avessero o meno delle autorizzazioni.

fonte:qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*